Skip to content

PRESSALCUBO

Fare Informazione

Luigi Pizzaleo(@GruppoNUME) (@BateauLavoir)

Torna “Rieti #Elettroacustica – Strumenti e musica del presente”, la rassegna di musica contemporanea ed elettronica organizzata dall’Associazione NUME e dal Collettivo Bateau-Lavoir.

È la terza edizione, ospitata quest’anno dall’Auditorium dei Poveri; un traguardo importante per una manifestazione che, nata da un progetto di finanziamento “dal basso”, è stata portata avanti senza finanziamenti e senza contributi da parte delle istituzioni (se si eccettua l’ospitalità accordata dal Teatro Vespasiano lo scorso anno). Secondo Luigi Pizzaleo, il direttore artistico, “è importante perseguire certi obiettivi anche quando le condizioni economiche sembrano proibitive. La musica contemporanea e quella elettronica in particolare incontrano sempre l’interesse del pubblico, perché rappresentano un’arte viva e attuale e spesso propongono formule inedite e innovative di ascolto. Quello che manca sono gli spazi e il coraggio di proporre musica nuova non riconducibile ad etichette e ‘generi’ cristallizzati”.

La rassegna è ospitata quest’anno dall’Auditorium dei Poveri in via Garibaldi, una realtà giovane ma già protagonista della vita culturale di Rieti, una città che ha dimostrato nelle scorse edizioni di apprezzare la musica elettroacustica: “questa città medievale, vivibile, accogliente”, prosegue Pizzaleo, “presenta tutti i requisiti per diventare un riferimento per le arti digitali. La nostra intenzione è di rendere Rieti Elettroacustica una realtà stabile, cui il pubblico guardi come ad un appuntamento fisso”.

Si parte domenica 30 novembre alle ore 20:30 con la serata dal titolo Paul Klee. Lo sguardo e la voce, curato dal Collettivo Bateau-Lavoir (Lorenzo Meo, pianoforte; Luigi Pizzaleo, elettronica e sintetizzatori) con la voce recitante di Marco Pennese.

Concepito come un percorso attraverso le liriche del grande artista svizzero scomparso nel 1940, multiformi e visionarie al pari della sua produzione pittorica​, il programma vedrà alternarsi e sovrapporsi la lettura dei testi poetici con le musiche di Hans Otte (dal Libro dei suoni) e quelle in prima esecuzione assoluta scritte appositamente dai compositori del Collettivo Bateau-Lavoir Gianluca Deserti, Giulia Monducci e Luigi Pizzaleo.

Il secondo concerto avrà luogo domenica 7 dicembre alle 20:30, sempre all’Auditorium dei ​P​overi, e sarà intitolato Through the talking tube :musica elettroacustica e didgeridoo, con Massimiliano Cerioni nella duplice veste di compositore e performer.

Questo concerto prevede l’ascolto sia di musica eseguita dal vivo che di composizioni per computer solo di
autori diversi.

Entrambi i concerti si avvarranno dell’assistenza musicale di Claudia Rinaldi. L’ingresso è libero.

Tag:, , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: