Skip to content

PRESSALCUBO

Fare Informazione

ligabue-social-parla-ai-fans@ligabue  @Radio24_news

L’italia ce la fara’? NON SERTIRSI COGLIONI NELL’ESSERE BRAVE PERSONE E’ UN PO’ DIFFICILE IN QUESTO PAESE.

Non c’era nessuna intenzione di fare un film politico, assolutamente, ancora adesso io non lo vedo così. Io credo che la cosa che posso fare io è provare a raccontare gli effetti degli eventi, gli effetti che la politica ha, a volte suo malgrado o a volte anche invece coscientemente, sulle persone. Questo volevo. La cosa che più mi sta a cuore è raccontare gli stati d’animo che le persone vivono a volte anche in conseguenza a delle scelte fatte politicamente e che hanno delle conseguenze sulle loro vite personali”. Risponde così Luciano Ligabue intervistato da Marta Cagnola a RadioTube su Radio 24 sul suo ultimo film Made in Italy, nelle sale da giovedì 25 gennaio, e aggiunge: “Partendo da un sentimento generale, come io mi sento italiano, quanto io ami questo paese e quanto continui a non sopportare più i difetti che lo affliggono e come io non possa fare più di tanto se non raccontare questo sentimento – perché ti rendi conto che è difficile pensare anche di aiutare a cambiare le cose – ho detto ‘Perché non provare a raccontare questo punto di vista in un’opera di fantasia che però cerchi di assomigliare il più possibile al reale che io conosco?’ Raccontare di chi sbarca il lunario, di chi fa 8 ore al giorno, della difficoltà nel mandare avanti la famiglia, nel non sentirsi coglioni nell’esser brave persone – che è un po’ difficile in questo paese -. Volevo provare a raccontare quel punto di vista perché mi sembrava che fosse un punto di vista in cui l’incazzatura fosse ancora più lecita, fosse più giustificata”.

E alla domanda di Marta Cagnola che gli chiede se a suo giudizio in questo momento l’Italia ce la fa Ligabue risponde a Radio 24: “Dobbiamo mettercelo in testa che il futuro non esiste, dobbiamo andargli incontro. Siccome non esiste, l’unica cosa che esiste è la nostra idea di come sarà quel futuro lì e allora abbiamo due possibilità: fare in modo che il nostro presente sia un po’ di m**** pensando che il futuro sarà di m**** oppure fare in modo che il nostro presente sia più piacevole pensando che, perché no, magari sarà un futuro bello. E’ per quello che io mi azzardo a dire che il meglio deve ancora venire”.

Annunci

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: