Skip to content

PRESSALCUBO

Fare Informazione

xInternetTrends_OnlineBehavior-06_optimized-1024x538.jpg.pagespeed.ic.1gwhOZLcO7

Ecco le statistiche stupefacenti su Internet e social media per l’anno 2018.

Se potevano esserci dubbi ecco che, dati alla mano, in questo ferragosto reso ancor più rovente dalla sciagura del ponte crollato, il Morandi di Genova, possiamo con certezza dire che per il Social Media sia stato un anno davvero esplosivo. Boom!

Sarà che con  tutti i regolamenti online, le rivoluzioni hashtag di Twitter e gli scandali sulla privacy di Facebook, Internet ha offerto una moltitudine di drammi che non hanno fatto altro che incrementare la voglia di “comunicare” virualmente.

Ecco che, mentre moltissime Company produttrici di App, inclusa la stessa Apple pensano a come limitare il tempo d’utilizzo dei loro prodotti, onde evitare l’impennata dlle patologia da uso eccessivo dei social tra i giovanissimi resta un dato di fatto che milioni di persone non facciano che trascorrere  gran parte della giornata su Internet, connettendosi con amici, famiglia e il mondo in generale anche se da un capo all’altro del tavolo.

D’altro canto i Paesi sembrano aver correlato il proprio PIL  all’andamento B2B e B&C.  Grandi numeri, crescenti, gestiti  da partner commerciali sempre pronti a facilitare la nascita di nuovi mercati come nel caso della Corea del Nord e del Qatar, dove l’incremento dei nuovi  utenti di internet è salito al 98,4%

Nonostante le dimensioni e la popolazione , la Corea del Nord ha una penetrazione di Internet di appena lo 0,06%, mentre il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti hanno un enorme 99% dei suoi cittadini collegati.

Notevoli incrementi sono stati registrati anche in Africa… Negli ultimi 18 anni, l’Africa ha registrato un notevole aumento di quasi il 10.000%, mentre il Nord America ha registrato un aumento del 219%, principalmente a causa dell’adozione anticipata.

L’uso di Internet è più diffuso in Nord America e nell’Europa settentrionale e occidentale, con una penetrazione superiore al 90%, pur rimanendo basso nell’Africa centrale e orientale con meno del 20%.

Minori infrastrutture, minore utilizzo.

Le persone in Tailandia trascorrono più tempo online al giorno che in qualsiasi altro posto del mondo. Hanno una media di 9 ore e 38 minuti trascorsi online ogni giorno, mentre l’americano medio spende molto più modesto 6 ore e 30 minuti navigando sul web.

Tuttavia, non sorprende che Kenya e Marocco spendano rispettivamente meno di 4 e 3 ore al giorno online.

Riguardo ai sistemi operativi più diffusi  al mondo, LL’elevato costo dei dispositivi Apple ha reso loro una scelta meno comune di sistema operativo, con un totale combinato del 18,47% tra Mac OS X e iOS. Tuttavia, Android sta dominando con il 40,06% seguito da vicino da Windows con il 36,74%.

Linux viene usato con la minima frequenza, probabilmente perché il fatto che sia open source significa che è in continua evoluzione, il che rende difficile l’uso se non si dispone di know-how tecnico.

Quando si tratta di browser,  Chrome purtroppo, supera tutti gli altri browser di un miglio.

Nei continenti più poveri di registra la popolarità di Opera. La diffusione è probabilmente dovuta al fatto che Opera richiede meno dati rispetto a Chrome ed è quindi un’opzione migliore se non si dispone del dispositivo più recente o del più grande pacchetto di dati

 

Con il 90,61% degli utenti che scelgono Google come motore di ricerca preferito, non stupisce che la frase “Google it” sia diventata così famosa.
I motivi principali dell’uso diffuso di Google includono annunci pertinenti e risultati rapidi.
Inoltre, Google viene preinstallato su dispositivi Android , il sistema operativo più popolare.

 

Riguardo alle tendenze nei social media Facebook è ancora la piattaforma di social media più popolare a tutti gli effetti, con oltre 1 miliardo di persone che utilizzano attivamente il sito dei social media.

Facebook ha oltre 2 miliardi di utenti mensili, di cui più di 1 miliardo accede al sito molto regolarmente. YouTube ha oltre 1,5 miliardi di utenti che accedono ai contenuti, rendendola la seconda piattaforma più popolare.

Pinterest fa il pieno con solo 200 milioni di utenti mensili

Anche se Facebook è la piattaforma di social media più popolare di tutti i continenti, affronta la competizione più dura del Nord America, dove Pinterest ha ottenuto un grande 30,42% di utenti.

Ciò è probabilmente dovuto ai recenti scandali che hanno coinvolto la privacy degli utenti che sono stati più ampiamente riportati negli Stati Uniti rispetto ad altre parti del mondo.

Mentre la maggior parte delle piattaforme di social media sono utilizzate in modo approssimativamente uguale da uomini e donne, quelle con le maggiori differenze mostrano sempre un maggiore utilizzo da parte delle donne. Queste differenze possono essere viste principalmente con Pinterest, dove c’è una differenza del 25%, che uno studio mostra viene utilizzato dalle donne più come uno strumento motivazionale o ispiratore, e dagli uomini più come strumento di bookmarking.

In generale, l’uso delle piattaforme di social media diminuisce con l’età. Tuttavia, LinkedIn e WhatsApp aumentano nella fascia di 30-49 anni di circa il 5%.

LinkedIn è popolare con questo gruppo perché è un sito di networking professionale e 30-49 anni sono nella fase in cui lo sviluppo della carriera è più critico. D’altra parte, l’uso di WhatsApp in questa fascia di età probabilmente ha meno a che fare con il loro amore per l’app e più sulla comodità .

Più una persona è istruita, più tende ad usare i social media. Anche se non c’è una ragione ovvia per questo, ciò potrebbe essere dovuto a persone più istruite che hanno lavori che coinvolgono computer, networking o marketing. Le persone con un diploma universitario utilizzano media sociali il 10% in più in media rispetto a quelle con un college, e circa il 20% in più rispetto a quelli con diploma di scuola superiore o solo in alcune scuole superiori.

I paesi in cui Facebook è maggiormente dominato dagli uomini sono quelli che sono patriarcali e in cui la separazione di genere è la norma, come lo Yemen (85%) e l’Afghanistan (84%).
Infatti, nei paesi con social media dominati dagli uomini, le donne sono spesso discriminate sessualmente, fisicamente ed educativamente (molte donne non possono leggere o scrivere).

Riguardo alle tendenze nelle app Messenger Facebook e WhatsApp sono le app di messaggistica più utilizzate e sono entrambe di proprietà del gigante dei social media Facebook.

In particolare, in Cina, dove sia Facebook che WhatsApp sono bloccati dal governo , domina la WeChat di proprietà cinese. Allo stesso modo, i giapponesi preferiscono la linea con sede in Giappone, e i sudcoreani favoriscono il KakaoTalk con sede in Corea.

Il 52% della navigazione web avviene sui telefoni cellulari, il che non dovrebbe sorprendere. Ciò che sorprende è che mentre il 25% di tutti gli utenti online utilizza una VPN per connettersi a Internet, preferisce comunque connettersi con un desktop o un laptop (43%) anziché un tablet (4%).

Le ragioni per l’utilizzo di una VPN possono variare dall’esclusione della censura online all’accesso ai contenuti geo-bloccati e ai motivi di sicurezza, motivo per cui è logico che ExpressVPN e NordVPN siano le due VPN più popolari al mondo. Questi due provider sicuri bypassano costantemente i blocchi VPN e la censura online per gli utenti, indipendentemente dal fatto che stiano utilizzando uno smartphone, un laptop, un desktop, un tablet o un altro dispositivo.

Internet è stato già utilizzato su più dispositivi mobili rispetto ai desktop nel 2016, una tendenza che è diventata ancora più pronunciata nel 2017, quando un ulteriore 6% delle persone passa ai dispositivi mobili. È probabile che questa tendenza continui nei prossimi anni, poiché i telefoni cellulari sono stati progettati con più capacità e caratteristiche che mai .

Il 51,2% delle persone trascorre il proprio tempo sui propri dispositivi mobili anziché sul proprio desktop (44,66%).
Dal monitoraggio delle nostre routine di fitness, alla ricerca del percorso più veloce per i nostri pendolari, alla vendita di quel vecchio divano, c’è un’app per praticamente ogni elemento della vita moderna.

I dispositivi desktop vengono utilizzati più spesso durante il giorno tra le 10:00 e le 17:00 quando i lavoratori sono nei loro cubicoli o uffici, mentre i dispositivi mobili sono più popolari quando le persone sono fuori casa a casa, in particolare dopo le 20:00 di sera.

Alcuni tipi di siti Web, come quelli dedicati ai contenuti per adulti (13%) e ai giochi (10%), stanno riscontrando un notevole aumento dell’accesso dai dispositivi mobili, soprattutto se confrontati con siti di notizie e salute, che ricevono solo 3 %.

Ciò è probabilmente dovuto ai progressi nella tecnologia mobile . In particolare, i telefoni cellulari sono ora abbastanza potenti da ospitare siti Web e piattaforme che trasmettono video in streaming e richiedono in genere una maggiore potenza di elaborazione rispetto a quanto i telefoni utilizzati per essere in grado di fornire.


Anche nelle regioni ricche, come Europa (15%) e Nord America (17%), c’è ancora un numero abbastanza elevato di persone che non accedono a Internet sui propri telefoni.

Quanto alle tendenze nelle notizie digitali il 59% delle persone preferisce ancora leggere le notizie online piuttosto che ascoltarle o guardarle.


I modi più comuni con cui le persone interagiscono con le notizie sui social media sono quelli che richiedono il minimo sforzo, come fare clic sui link (60%) o “Mi piace” (58%).
Il coinvolgimento diminuisce per interazioni più laboriose, come la pubblicazione di notizie (36%) o la discussione di eventi attuali (31%).

Fonte dati WIZCase

 

Annunci

Tag:, , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: