Skip to content

PRESSALCUBO

Fare Informazione

Schermata 2018-09-07 alle 22.08.04#ELISASANDRINI  #comeuntictac

Come un tic tac è il brano in uscita di ELISA SANDRINI che dà il titolo all’album.

È una riflessione su quel senso di inadeguatezza che ci prende quando ci sentiamo estranei a questo mondo. Il tempo quindi ci sembra un regalo in questa società così frenetica e ricca di impulsi.. È vero, il tempo è il fuoco nel quale tutti noi bruciamo ma se sappiamo assaporare il presente e viverlo concretamente sappiamo gestire il nostro tesoro..il tempo presente, protagonista, è tutto ciò che abbiamo per costruire il futuro che desideriamo ma purtroppo oggi è molto sfuggevole. Il passato è un ricordo che ci è servito per crescere e trasformarci in ciò che siamo oggi. Nel futuro utopico che mi immagino vedo un tempo senza tempo scandito nel quale le anime danzano in un cerchio umano come nel quadro di Matisse la danza.

[tube]https://www.youtube.com/watch?v=Ab2IXmsxGaA[/tube]
https://www.youtube.com/watch?v=Ab2IXmsxGaA

Suona il piano da quando aveva  dieci anni. Ha imparato flauto traverso e fisarmonica. Ora  approda a questo disco da cantautrice compositrice. Già,  cantautrice con una voce che sa essere spesso dolce, a volte  tenebrosa e trancey (come nella spiazzante Il tempo parla,  in cui viene in mente Lisa Gerrard), quasi sempre pop folk  quanto basta per essere accattivante. Ma la voce arriva dopo  la composizione. Una composizione che parte dal piano  (minimalista a tratti, circolare e cinematico come Einaudi o  Nyman), passa attraverso arrangiamenti per archi mai  scontati, sempre emozionanti, costruendo una sorta di  canzone pop intrisa di classica e folk, come nella  bellissima “il colore del merito”, un brano coraggioso  per la meritocrazia, parola spesso sconosciuta nel nostro  paese.

Annunci

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: